Le mute da triathlon non sono comode se indossate fuori dall’acqua. Quando scegliete la muta ricordate che non si tratta di un pigiama: la prima volta che la proverete in negozio o nel salotto di casa la sentirete sicuramente molto stretta e vi chiederete come fanno gli atleti a indossare una cosa così scomoda!

In effetti le mute devono essere attillate, se non addirittura strette. Questo non significa che la muta debba intralciare la respirazione o il movimento, ma dovrebbe comunque essere priva di sacche d’aria a contatto col corpo. Ricordate inoltre che le mute si espandono quando si bagnano e non saranno poi così scomode una volta in acqua.

Un buon modo per verificare se la muta è della taglia giusta consiste nell’accucciarsi e provare i movimenti del nuoto in quella posizione. Se si sente solo una leggera resistenza, allora la muta è perfetta! Se non vi è alcuna resistenza potrebbe essere troppo grande, e se c'è troppa resistenza è troppo piccola.

Se non è possibile chiudere la cerniera, non forzarla! A volte le persone hanno difficoltà a chiudere la cerniera della loro prima muta, quindi prima di assumere che la muta non è adatta a causa della chiusura lampo è utile chiedere a un amico di farsi aiutare. Se anche lui, operando da dietro, non riesce a chiudere la lampo allora è davvero necessario scegliere una misura più grande.

Se tutta la muta è adatta ad eccezione della lunghezza delle braccia o delle gambe, è possibile aggiustare la lunghezza tagliando una striscia con le forbici. Utilizzare un grosso paio in modo da poter effettuare il taglio tutto in un unico movimento. Ricordate comunque che modificare il costume invalida la garanzia.

Per aiutarvi nella scelta sul nostro sito abbiamo riportato per ogni prodotto una tabella con lo schema taglie. In genere altezza e peso forniscono già un'ottima indicazione, ma in ogni caso non esitate a contattarci per maggiori informazioni sulla vestibilità.