Body da triathlon

Durante le gare di triathlon gli atleti indossano normalmente un body, detto anche trisuit, che è un capo adatto al nuoto, alla bici e alla corsa. Il body viene indossato a contatto della pelle per tutta la gara e deve avere particolari caratteristiche di traspirabilità, velocità di asciugatura, comfort e resistenza.

La maggior parte dei body oggi in commercio è realizzata con speciali tessuti tecnici che forniscono un effetto ‘compressione’, ossia avvolgono i muscoli in modo da minimizzare le vibrazioni e migliorare il loro rendimento e al contempo assicurano un'eccellente traspirazione che permette al triatleta di rimanere asciutto durante lo sforzo. Molti Trisuit sono dotati di fondelli che rendono confortevole la fase in bici ma che non costituiscono un impedimento durante il nuoto e la corsa e che sono progettati per asciugarsi immediatamente dopo il nuoto.

In alternativa al trisuit alcuni atleti preferiscono una combinazione di pantaloncini e canottiera con caratteristiche simili a quelle del trisuit. In genere però in gara si tende a preferire il trisuit, mentre canotta e pantaloncini vengono usati più spesso in allenamento

Se durante la frazione di nuoto viene utilizzata la muta per migliorare la galleggiabilità e la protezione termica, questa viene indossata sopra il Trisuit e rimossa dall’atleta durante il T1, ossia nel cambio nuoto-bici. La muta è facoltativa quando la temperatura dell’acqua consente di gareggiare in modo confortevole senza ulteriori protezioni, ma diventa obbligatoria in competizioni in acque fredde. E' il giudice di gara a decidere se la muta è obbligatoria, facoltativa o vietata.  Le mute assicurano il massimo della protezione termica e del galleggiamento e sono realizzate in neoprene piuttosto spesso, dai 2 ai 5 millimetri.

In alcune gare, quali ad esempio gli Ironman che si disputano in acque calde, quando è possibile cambiarsi tra una frazione e l'altra, alcuni atleti utilizzano dei body senza fondello realizzati con tessuti analoghi a quelli dei costumi da gara. Questi capi detti costumi da triathlon o ‘swim skins’ sono più sottili delle mute e sono realizzati in tessuti idrorepellenti. I costumi da triathlon sono meno popolari delle mute in quanto garantiscono scorrevolezza ma non offrono protezione termica e vengono usati dagli atleti più esigenti per gare ‘veloci’.